Ciao a tutti i bambini

Buongiorno

Ringraziamo tutti i clienti per la loro fedeltà!

Molto presto

 

Un divertimento necessario

Il sito Dacolorare.com è pieno di pagine che permettono ai bambini di avere un’ attività artistica che adorano e dalla quale traggono molto piacere.
È una fonte di divertimento per i bambini che necessitano di un attività ludica associata ad una concentrazione da non trascurare. Mentre possono colorare le immagini corrispondenti al loro tema favorito, infatti, possono anche approfittarne per migliorare la loro conoscenza su diversi argomenti.
È attualmente riconosciuto all’unanimità che il fatto di colorare è un divertimento necessario per accompagnare lo sviluppo mentale dei bambini. Per questo le maestre e i maestri delle scuole dell’infanzia hanno adottato questa attività di sviluppo e d’apertura mentale.
Essa viene sistematicamente utilizzata per i bambini dai 3 ai 6 anni, anche se tanti bambini più grandi utilizzano le immagini da colorare come un passatempo.
Ottenere delle immagini da colorare è una cosa semplice, visti i diversi supporti usati. Il metodo classico è di comprare un quaderno da colorare in cartoleria. Il vantaggio dei libri è che sono già organizzati e le immagini sono legate insieme e questo può risultare più semplice per i bambini.
Un altro metodo per ottenere immagini è di utilizzare i siti internet specializzati come questo. Questo tipo di sito propone una grande scelta d’immagini e disegni da stampare e da colorare generalmente con temi rilevanti.
L’unica cosa di cui avete bisogno è una stampante. Grazie alle funzioni avanzate di ricerca, potrete trovare delle immagini che faranno felici i vostri figli o i piccoli che vi stanno vicini.
Per i bambini, il principio di associare delle immagini e dei colori è estremamente benefico e salutare per lo sviluppo intellettuale. La capacità di capire i colori ed il loro significato gli permette di esprimere la loro libertà di creazione. Questo permette ai bambini di misurare e apprezzare la combinazione dei colori ed anche di stimolare la loro creatività nascente.
Infine, questo risveglia il loro interesse per il fenomeno artistico che cominciano a percepire. Ecco qua; ci auguriamo che le centinaia di temi affrontati in questo sito vi permetteranno di trovare i disegni gratuiti da stampare che faranno brillare gli occhi del vostro figlio e che lo riempiranno di gioia e di buon umore.

Colorare come spazio di socialità infantile

E’ difficile comprendere il mondo del bambino, il suo comportamento ed il gioco, nell’età pre – scolare se non partiamo dall’osservazione della sua grande fantasia. I bambini, anche nei primi anni di scolarizzazione, dicono di essere un’astronauta, un dottore, una principessa, di aver incontrato gli alieni o di aver salvato altri da un enorme animale. E li prediligono tra i immagini. Stanno così esprimendo il loro mondo interiore.

Ai nostri giorni però il mondo interiore dei piccoli è anche attraversato da immagini provenienti dai cartoon televisivi o cinematografici. Questo non rende necessariamente passivi i bambini che si rivolgono ai disegni già predisposti e rintracciabili su internet. La cultura umana si evolve, cambia, apre nuovi orizzonti, nuove tracce di comunicazione. La cultura tecnologica dei nostri giorni può consentire al bambino ed alla bambina di mescolare le formule espressive, i codici ed i valori del proprio contesto sociale, con altri differenti valori, modelli.

Anche il gioco è in questi anni, per i nostri piccoli, un vero e proprio ‘lavoro’. Mediante la ripetizione e la pratica del disegno e del colorare il bimbo e la bimba acquisiscono nuove competenze ed abilità, affermano se stessi, e si allenano alla socialità. Disegnare e colorare non è infatti necessariamente un’attività solitaria. E’ piuttosto divertente radunare un gruppetto di bambini intorno a dei colori e delle immagini. Oltre a poter sperimentare delle regole per l’uso comune dei materiali, i piccoli possono anche esprimersi nel gruppo tramite la scelta della propria immagine, per poi collaborare, sfidarsi, incontrarsi, parlarsi a partire dai contenuti del loro gioco. L’espressione artistica che ne consegue può essere davvero sorprendente. 

 Infantile

In verità ogni disegno è un atto creativo del singolo. Ma tutti gli elementi culturali condivisi dai singoli nel gruppo ed elaborati a partire dalle immagini proposte sul sito web, entrano a costruire un intreccio nuovo e inatteso per ciascuno bimbo.

Può essere inoltre interessante osservare se in un gruppo misto, di bambine e bambini, la scelta delle disegni venga guidata, o meno, dall’appartenenza di genere. E cosa di quel modello culturale esprime. In questo caso aprire i bambini a nuovi scenari della fantasia può voler dire provare a ‘mescolare le carte’, permettendo degli sconfinamenti nell’immaginario deputato ad uno dei due generi. Altrettanto utile sarebbe provare a fare collaborare nel disegno bambini e bambine di età diverse, per spingere i più piccini ad una maggiore precisione ed attenzione nell’esecuzione, e quelli più grandi a mantenere sempre vivo l’aspetto più ludico e creativo del colorare.

I disegni ed il colorare possono di certo essere un luogo di condivisione e scambio tra bambini, per crescere insieme.

Marilia Di Giovanni

Il disegno da colorare come luogo di formazione del bambino

 

La pazienza, la costanza, la calma, la concentrazione sono tratti della personalità che si possono coltivare. In un mondo frenetico, dove il must è consumare il più rapidamente possibile ogni oggetto, gioco, relazione, l’esperienza infantile rischia di impoverirsi. Alcune capacità, che prima erano garantite da una socializzazione, in contesti familiari o di vicinato, ricca della presenza di persone di età, cultura, esperienza e generazioni diverse, oggi possono esser scoperte dai bambini in modi nuovi.

Ad esempio, un tempo, forse ancora ai tempi dei nostri nonni, ascoltare la sera la nonna o un’altra figura di riferimento raccontare le ‘storie della buona notte’ era per i bimbi un’esperienza fondamentale per coltivare la capacità di metter in moto il proprio fantastico mondo di immagini, concentrandosi sul tessuto delle parole costruito da altri ed imparando ad attendere con pazienza il ritmo del racconto altrui ed imparando anche il silenzio. Oggi questa viva esperienza viene spesso sostituita con l’immaginario televisivo, che se da una parte risulta estremamente ricco di personaggi nuovi, dall’altra porta con sé il rischio di rendere passivi i bambini e le bambine nell’elaborazione personale delle immagini di una storia narrata. Passivi piuttosto che silenziosi. D’altronde è da lì, dall’attuale immaginario sperimentato dai bambini di oggi, che è necessario partire.

gratis

Nel disegno guidato, com’è quello che consiste nel colorare figure già predisposte (come proposto anche nel nostro sito), il bambino o la bambina può trovare un equilibrio tra  il suo sentire interiore, i suoi pensieri, il suo immaginario giornaliero (anche televisivo) ed un fare giocoso, che lo renda faber, agente attivo, e che produca anche un risultato concreto. Integrare queste quattro dimensioni in un’attività che può diventare quotidiana può essere inoltre un modo fantasioso di affrontare o rielaborare le prove che il bambino o la bambina incontra nella propria esperienza del mondo.

L’aspetto specifico però dell’attività del colorare i disegni rispetto ad altri giochi si trova nel fatto che essa implica un certo grado di concentrazione mentale e di serenità corporea. Il disegno induce a sperimentare una calma, che a volte si può tradurre in un improvviso silenzio esteriore, ma che porta di sicuro ad una calma interiore. E questa si declina in chiarezza del pensiero e del sentimento, che il bimbo o la bimba può appunto esprimere all’esterno, nella scelta del disegno e dei colori. Per un bimbo o una bimba che tende all’iperattività, ‘che non sta mai fermo’ come diciamo noi genitori, il disegno è un’ottima occasione per imparare la pazienza e la costanza, due qualità importanti per relazionarsi correttamente con gli altri. Aspettare il tempo necessario alla completa colorazione del disegno, fare attenzione a mantenere ogni colore nel suo giusto spazio rispettando i margini della figura e distinguendo le sue diverse parti, sperimentare l’effetto di diversi tipi di colore sul disegno (a matita, a spirito, a cera, a olio o ad acquarello) implicano uno sforzo di attenzione e di costanza per i nostri piccoli. Il risultato certo è un carattere più paziente ed attento.

 Marilia Di Giovanni

Luce e colori: il mondo incantato dei bambini

L’esperienza del bambino e della bambina, quando ascolta una fiaba, guarda un cartone o colora una figura, è del tutto diversa dalle interpretazioni che ne può dare un adulto. Il genitore o l’educatore che sia interessato a sapere quale significato possa dare il fanciullo al gioco del colorare deve porsi dal punto di vista dell’età evolutiva, del genere, del contesto sociale che quel dato bambino sperimenta ogni giorno.

Se osserviamo, per esempio, dei bambini molto piccoli intenti nel gioco ci rendiamo conto che essi sono sopraffatti dai loro processi mentali interiori per la maggior parte del tempo: le emozioni, i desideri sono, fino ai cinque anni, vissuti in modo assoluto dai bambini. L’unico modo in cui il bambino e la bambina possono cercare di ottenere un certo controllo su questi processi interiori, è quello di esteriorizzarli, esprimendoli in un mondo diverso da quello reale, nel quale possano trovare una sintesi positiva i desideri, i vissuti emotivi e le dinamiche relazionali sperimentate dal bambino. Il disegno, e ancor più il colorare illustrazioni che rappresentano personaggi di storie conosciute, può avere anche questo compito. Per questo motivo è importante che quando si accede ad un sito online come il nostro, che propone diversi tipi di disegni, familiari per l’immaginario dei bambini di oggi, l’adulto insieme alla bambina o al bambino scelga quali figure stampare.

barbapapà

Per selezionare i diversi aspetti del proprio vissuto e metterli in relazione all’esperienza esterna, il piccolo ha bisogno di esser accompagnato da una figura adulta. Ed ha bisogno di investire del proprio vissuto un mondo magico, fiabesco, i cui personaggi possano proporgli delle soluzioni alternative: i desideri distruttivi in un personaggio malefico, le soddisfazioni desiderate in una fatina buona, l’identificazione piena in un super eroe, la possibilità che le persone e le relazioni cambino in un altro ancora. E così via.

Perciò, per superare la profonda distanza tra mondo reale e mondo interiore il momento adatto può essere quello di trasformare colorandolo un personaggio conosciuto in qualcos’altro. L’uso dei colori può esser messo in rapporto al plasmarsi della personalità del bambino e della bambina e può esser anche in relazione alle sue esperienze con gli altri, innanzitutto con i propri familiari e quindi con gli adulti di riferimento (l’insegnante, l’educatore sportivo, la guida religiosa) e con il gruppo dei pari, con i quali condivide delle esperienze importanti, ad esempio la scuola o l’attività sportiva o lo scoutismo. Nell’attività del disegnare e del colorare i bambini possono così coniugare l’aspetto ludico e di puro piacere con l’espressione esterna del proprio mondo interiore, azioni entrambe necessarie per un pieno sviluppo della personalità.

Marilia Di Giovanni

Cosa ci vogliono comunicare i nostri bambini con i loro disegni?

E’ una domanda che può affacciarsi alla mente di un genitore attento. Di certo la scelta di un colore o di un’immagine è legata all’emozione che il bambino e la bambina vivono in quel momento. A volte però un evento che li ha colpiti in maniera particolare può esser trasposto nel gioco ed ancor più nel disegno. Può essere interessante quindi anche visionare i disegni proposti nel nostro sito, ed in generale on line, insieme con i nostri bambini per poter ragionare sulle scelte che essi stessi fanno rispetto ai soggetti proposti. Non dimentichiamo che si tratta di un’attività ludica per i piccolini, e spesso anche per i più grandi.

Ma i bambini utilizzano il gioco come strumento di espressione emozionale ed anche come via di conoscenza. Ad esempio scelte ripetute su uno stesso soggetto di disegno, o alcune tonalità di colore piuttosto che altre possono essere un modo per esprimere sia un tratto della personalità del bimbo  e della bimba, sia uno stato d’animo del periodo o della fase che sta vivendo. Un bambino o una bambina che esce fuori da bordo della figura e che riempie di colore tutto il foglio non va necessariamente corretta. Questo è infatti un aspetto tipico delle personalità molto espansive ed estroverse. Viceversa un bimbo o una bimba che preferisce un solo colore per riempire lo spazio della figura può voler esprimere una specifica emozione o un dettaglio che lo ha colpito di quella figura. Certamente è importante per lo sviluppo cognitivo che i bambini riescano poi ad colorare e divertirsi con disegni di figure più complesse, che implicano l’uso di più colori su particolari diversi della figura stessa.

E’ importante comunque accogliere la fase di sviluppo cognitivo e lo stato emotivo con cui il nostro cucciolo si accosta al gioco del colorare: a ciascuna fase corrispondono diverse percezioni dei colori ma anche degli oggetti e quindi delle figure che li rappresentano.

Immagini

La proposta di iniziare il bambino e la bambina ai colori tramite disegni preconfezionati non vuole ovviamente precludere la possibilità del bambino e della bambina di creare delle proprie rappresentazioni figurative. Tuttavia è una maniera per facilitar loro l’accesso ad una modalità creativa, accostandoli ad essa tramite figure a loro familiari, che esprimono parte del loro mondo e che possono incuriosirli o agganciarli affettivamente. Inoltre alla conclusione del gioco possono trovarsi un piccolo ‘esito’ artistico di cui esser fieri, da mostrare ad altri e da appendere in cameretta.

Per questo nel nostro sito proponiamo diverse categorie di figure: alcune tratte dalle serie tv care ai più piccini, altre dai libri di fiabe più amate, o dei supereroi preferiti. Ma accanto a queste troverete quelle legate al mondo della fauna, della flora ed infine alcune serie che implicano un livello di competenze più complesso, in cui accanto al gioco del colorare è implicito un invito a creare da sé la figura, tramite il collegamento di più punti segnati da numeri. Avrete inoltre notato che il livello di complessità delle serie di disegni proposti varia, cercando di rispondere alle diverse età dei bambini ed ai differenti interessi. Infine una piccola proposta viene lanciata anche alle insegnanti, nell’ottica di sostenere il loro lavoro scolastico.

Marilia Di Giovanni

Stampare disegni da colorare: la magia dei Mandala

È interessante notare come lo strumento, ormai onnipervasivo, tanto da fare sembrare inutile ogni commento, che è internet, funzioni e arrivino per via eterea le suggestioni e i feedback di persone distanti che non si sono mai incontrate nella cosiddetta realtà, e che pure offrono stimoli e suggerimenti e, in una parola, trasmettono la loro energia per arricchire progetti pensati altrove. Tra i commenti e i suggerimenti che abbiamo raccolto online, diversi sono i messaggi di coloro che hanno usufruito delle immagini da colorare che mettiamo a loro disposizione online e che con pochi click si possono scaricare e stampare e avere con se’. In pratica si offre ai bambini del tempo da trascorrere alimentando la loro curiosità e creatività e ciò non può che incitarci a continuare questa piccola avventura cercando di arricchirla e di fare tesoro dei commenti e suggerimenti dei nostri frequentatori e di chi li accompagna nel viaggio meraviglioso della loro crescita. 

Recentemente abbiamo ricevuto degli apprezzamenti per la sezione dedicata ai Mandala e un invito a pubblicare qualche parola al riguardo. Accettiamo volentieri l’invito, provando a vedere insieme quali possano essere le ragioni per cui i bambini amino tanto questa tipologia di disegni da colorare e quali possano essere le implicazioni – talora anche molto profonde – di questa attività.

disegni

Non vogliamo certo pretendere che questa piccola finestra sullo sviluppo della creatività dei nostri piccoli possa in alcun modo pretendere di essere esauriente riguardo un mondo così peculiare come è quello dei Mandala, così non pretendiamo di offrirne una sintesi esauriente. Basti per questo primo articolo dire che essi rappresentano senza dubbio uno strumento in particolar modo valido per stimolare la vena creativa di ognuno di noi, anche dei più piccoli ed accompagnarci nel difficile compito di andare alla ricerca di noi stessi, esprimendo il nostro mondo interiore e tutte le sensazioni ed emozioni che gli ruotano intorno e dentro. 

Quando andate a stampare scegliendo tra le immagini da colorare quelle riportanti i Mandala, state facendo un’operazione che assume un valore grande. Assicurate un divertimento necessario ai vostri piccoli e, allo stesso tempo contribuirete in maniera sostanziale e duratura all’attivazione di quella parte profonda in ciascuno di noi che ha bisogno della calma, di trovare uno spazio in cui sostare per rigenerarsi, per ritrovare la concentrazione, per ritrovare il suo centro, appunto. 

Non dobbiamo dimenticare che, oltre ad essere utilizzati nei cammini sacri di alcune tra le più importanti religioni del mondo (buddismo, induismo, ma anche Cristianesimo), la struttura dei Mandala  è onnipresente. La stessa forma strutturale la ritroviamo guardando l’interno di un fiore, la meta’ di un’arancia, il girotondo e tante altre forme naturali e rituali del mondo che ci circonda. 

Approfondiremo ancora tutti gli aspetti che possono essere implicati dalla stampare questi speciali disegni da colorare per i nostri piccoli; per adesso vi invitiamo a provare insieme a loro a riempire di colori queste fantastiche metafore dell’universo e del piccolo mondo – microcosmo – che ognuno di noi porta dentro se stesso. Preparate un ambiente gentile, magari con un po’ di musica di sottofondo e, per i bambini più piccoli, se ne avete la possibilità, dei fogli grandi. Fateci sapere dei risultati! Da parte nostra ci impegnano a non interrompere qui questo discorso e, soprattutto, questo filo soave con i nostri lettori, grandi e piccoli! Buona ricerca di voi stessi e di una relazione significativa con chi vi sta intorno!

Manuela Sini

Mille e una ragione per amare le immagini da colorare

Ormai da tempo pubblichiamo su questo sito internet sempre nuove immagini da scaricare e stampare gratis, immaginando che da qualche parte ci siano bambini che, insieme con qualcuno che condivide con loro le lunghe ore di qualche pomeriggio, cerchino tra le mille che offriamo online, le loro preferite da stampare e conservare. Chissa’, forse dopo tanti pomeriggi trascorsi ad osservare la gioia negli occhi dei nostri piccoli che sembrano non annoiarsi mai di fronte a quest’attività, ci sorgono mille interrogativi al riguardo, come, ad esempio: perché i nostri piccoli amano disegnare o riempire le immagini da colorare? 

Questa domanda potrebbe forse apparire eccessiva, sovrabbondante, agli occhi di coloro che semplicemente gioiscono nell’accompagnare i propri figli – o i bimbi che gli stanno vicini – in una delle loro attività preferite, ma può anche, forse, diventare un’occasione di riflessione, qualora ci fermassimo un attimo in più a riflettere su quale sia il segreto nascosto dietro il tempo che scorre mentre i nostri bambini ricalcano, ripercorrono, riempiono gli spazi bianchi di quelle pagine che tanto li appassionano e che vanno a cercare su internet, e cioè le immagini da colorare? Vale forse la pena soffermarci un attimo di più sul valore che questa esperienza ricopre ai loro occhi, senza trascurare il piacere tattile di sentire i pennarelli scorrere sul foglio bianco, cercando di non sgarrare, di non uscire dai margini definiti del foglio e dell’immagine che si sta cercando di restituire nel migliore dei modi possibile. 

Come ogni individuo, anche i più piccoli amano esprimere le loro emozioni. Innanzitutto da un punto di vista fisico, diremmo. È piacevole, cioè, avvertire che fuori di se’, a partire da se’ – dalla propria mano, e dalla propria intenzione – vengano tracciate linee, uno spazio bianco venga riempito del colore scelto, simile a quello immaginato, magari visto nel cartone animato preferito che tanto ha colpito la loro immaginazione, anche quando noi ‘grandi’ non ne capiamo bene le ragioni. Se poi ci domandassimo fino in fondo del perché un bambino ami disegnare e volessimo capirne ed esplorarne le ragioni profonde, ci troveremmo dinanzi in primo luogo ad una strana constatazione: quello che noi lodiamo ed apprezziamo nel modo di colorare dei nostri piccoli, è qualcosa che reca piacere in primis a noi stessi ed al nostro orgoglio. Se dopo questa constatazione saremo capaci di aprire le porte del nostro cuore e metterci in ascolto profondo, ci accorgeremo che i bambini hanno un loro modo peculiare di descrivere la realtà che percepiscono e che gli anni della prima infanzia fino all’adolescenza sono essenziali affinché essi sviluppino e diano forma a questo modo tutto loro di restituire la realtà e la loro particolare ed unica percezione di essa. Una volta trascorsi questi anni essenziali, si può dire che lo stile tenda a cristallizzarsi e l’unica cosa che può veramente evolversi è l’apprendimento di nuove tecniche. 

 Ci siamo dilungati un po’ sull’aspetto espressivo che ogni attività legata al disegnare – come anche ad ogni altra espressione artistica – porta intrinseca in se’, anche solo per sottolineare che da una semplice attività quale può essere accompagnare i bambini nel fruttuoso tempo trascorso con i disegni da colorare, si possono trarre importanti osservazioni sull’unicità e sull’importanza di questa delicata fase dell’esistenza.

Manuela Sini

Dalla luce a tutti i colori per riempire le immagini

Dai disegni da colorare alle domande sull’essenza dei colori 

Può accadere molto spesso che stando accanto ai bambini ci si trovi dinanzi a una nuova meraviglia di fronte ad ogni cosa del mondo. Ogni semplice attività ci mostra cose che magari sono sempre davanti ai nostri occhi, ma che tuttavia appaiono come nuove! Se siete entrati in questo sito  – e forse non è la prima volta – l’avete fatto perché siete alla ricerca di immagini online da scaricare e da stampare per fare divertire i vostri piccoli che amano trascorrere il loro tempo scegliendo – e magari collezionando – le centinaia di offerte di sempre nuovi e fantastici  – e da scaricare gratis – di disegni da colorare; se non siete nuovi avrete già scoperto come, con una semplice connessione ad internet e l’intenzione di riempire di qualità il tempo trascorso con i vostri bambini, il tempo stesso si dilata e le idee di come trarre vantaggio e inventare attività sempre nuove, si moltiplicano! 

Avete mai pensato, ad esempio, di prendere spunto dalla passione che i vostri piccoli hanno per i colori e per le immagini per cominciare a vedere con loro come questi funzionino da tutti i punti di vista? Se i piccoli artisti sono un po’ più grandi potreste addirittura introdurli alla teoria dei colori vera e propria. 

Creare uno spazio in cui lavorare con colori e immagini 

Da dove cominciare? Abbiamo parlato in un precedente articolo di come sia possibile trasformare la semplice attività dei disegni da colorare in una sorta di laboratorio artistico. Come? Semplicemente facendo si’ che, con il tempo, loro sviluppino sempre più curiosità sui materiali, le tecniche, le possibilità che lo strumento del disegno mette loro a disposizione. 

Non dimentichiamo mai che perché una qualsiasi attività con i bambini riesca e sia in grado di avere una continuità nel tempo, deve essere coinvolgente e capace di tenere accesa la loro attenzione e, soprattutto, loro devono sentirsi protagonisti. In altre parole, gli stimoli devono essere dati e poi ogni scoperta deve avvenire in maniera induttiva, come se fossero loro a scoprire per primi al mondo le cose e tutto ciò in una cornice di serenità, di stimolo e di approvazione, ma anche di accompagnamento verso la “messa a punto del nuovo”! Nello ‘spazio’ che i piccoli utilizzano per giocare con i colori e con le immagini, è bene che piano piano entrino ogni sorta di materiali per colorare! 

Tra gli strumenti magici che i bambini terranno a portata di mano in questo loro spazio può rientrare anche il ‘disco dei colori’. Di cosa si tratta? Ritagliate con loro un cerchio di cartoncino un po’ rigido e lasciate che i piccoli lo suddividano in diversi spicchi che contengano tutti i colori dell’arcobaleno (in sequenze ripetute rosso, arancio, giallo, verde, azzurro, indaco) e poi, una volta forato il centro del cartoncino e inserita una piccola corda nel foro, lasciamo che il piccolo faccia rotate con velocità il cerchio. Cosa sarà possibile vedere da questo esperimento semplicissimo? Il cerchio, ad una certa velocità, diventa bianco: i toni meravigliosi che i bambini usano per colorare, così come i colori dell’arcobaleno, sono tutti contenuti nella luce! Ebbene si’, il bianco contiene in se’ tutti i colori! Parleremo più approfonditamente della teoria dei colori in un altro post: per ora, godetevi lo stupore nel volto dei vostri bambini!

Il Webmaster

Miscelare i colori: i primi esperimenti dei pittori bambini

Come si può trasformare l’attività dei disegni da colorare in un laboratorio artistico! 

L’attivita’ di cercare e stampare immagini da internet puo’ diventare un vero e proprio rituale e i vostri bambini non stancarsi mai di cercarne di nuove – e nel nostro sito, come ormai saprete se ci seguite, se ne trovano online per tutti i gusti! – e di riempirle di colori. A quella che sembra diventata una vera e propria passione potrete accompagnare una serie di attività sempre nuove che possano riempire il tempo che trascorrete con loro in una maniera dinamica e costruttiva. Quella che è un’immagine in bianco e nero delineata su un foglio, può prestarsi a mille interpretazioni a seconda dei colori e dei materiali usati che i vostri piccoli sapranno scegliere per mettere la loro personale impronta sul foglio! 

Un’attivita’ davvero molto semplice e che farà sicuramente un grande effetto sui giovani artisti, che potreste proporre ai vostri piccoli prendendo come spunto i disegni da colorare, è proprio quella di illustrargli come funzionano i colori, come possono combinarsi tra loro e come, a partire da alcuni tra loro, è possibile dare vita ad un’infinita’ di toni! 

Prima di tutto, lasciate che i bambini scelgano l’immagine da colorare e, dopo averla stampata in duplice copia, chiedete loro di decidere i colori segnando con un puntino le parti bianche che poi andranno a riempire con le tinte scelte! A questo punto fategli preparare dei fogli e la loro tavolozza cromatica (che può consistere in qualsiasi tipo di materiale da disegno: matite colorate, acquerelli, tempere e così via). Prendete il rosso, il giallo e il blu e dite loro che questi sono i colori primari, che cioè non possono essere ottenuti con nessuna miscela. Lasciate che loro facciano sul foglio bianco tre quadretti ciascuno contenente uno dei tre colori primari. 

Adesso lasciate che siano i bambini da soli a scoprire come magicamente si combinano i colori tra loro! Lasciate che facciano da soli la prova sul foglio: tracciando, ad esempio delle linee leggere con il giallo e poi, sovrapponendo l’azzurro, vedano nascere davanti ai loro occhi il verde, proprio come se l’avessero visto per la prima volta in quel momento o, anzi, proprio come se l’avessero inventato loro con le loro mani! Lasciate che ripetano l’operazione con il rosso e il giallo (ottenendo l’arancione) e con il blu e il rosso (ottenendo il viola). Adesso hanno a disposizione anche i tre colori secondari! Siate certi che questo gioco potrebbe durare all’infinito, dato lo stupore e data la possibilità di aggiungere un po’ più di ciascun colore primario ed ottenere dei diversi toni di quelli secondari. 

Colorare i disegni scelti con i colori appena nati

 A questo punto, seguendo i tempi dei bambini, ritornate insieme ai disegni da colorare che erano stati scelti in precedenza – anche se adesso si presenta l’eventualità che, in base alle nuove acquisizioni, i piccoli preferiscano altre immagini, che meglio si prestano ai nuovi colori che hanno appena creato con le loro miscele! – che avete provveduto a scaricare gratis dal nostro sito e a stampare e lasciate che loro ne colorino una copia con i colori già pronti e l’altra con le loro miscele!

Colorare con questo intento richiederà loro molta concentrazione e attenzione e sarà per loro come vivere completamente immersi in ciascun colore per un po’ di tempo!

Come abbiamo già detto rispetto ad altre attività, non mancate di esporre i piccoli capolavori finali, magari prima di metterli nei piccoli quaderni a tema dei disegni da colorare che, ne siamo certi, i bambini avranno già fatto!

Il Webmaster