Mille e una ragione per amare le immagini da colorare

Ormai da tempo pubblichiamo su questo sito internet sempre nuove immagini da scaricare e stampare gratis, immaginando che da qualche parte ci siano bambini che, insieme con qualcuno che condivide con loro le lunghe ore di qualche pomeriggio, cerchino tra le mille che offriamo online, le loro preferite da stampare e conservare. Chissa’, forse dopo tanti pomeriggi trascorsi ad osservare la gioia negli occhi dei nostri piccoli che sembrano non annoiarsi mai di fronte a quest’attività, ci sorgono mille interrogativi al riguardo, come, ad esempio: perché i nostri piccoli amano disegnare o riempire le immagini da colorare? 

Questa domanda potrebbe forse apparire eccessiva, sovrabbondante, agli occhi di coloro che semplicemente gioiscono nell’accompagnare i propri figli – o i bimbi che gli stanno vicini – in una delle loro attività preferite, ma può anche, forse, diventare un’occasione di riflessione, qualora ci fermassimo un attimo in più a riflettere su quale sia il segreto nascosto dietro il tempo che scorre mentre i nostri bambini ricalcano, ripercorrono, riempiono gli spazi bianchi di quelle pagine che tanto li appassionano e che vanno a cercare su internet, e cioè le immagini da colorare? Vale forse la pena soffermarci un attimo di più sul valore che questa esperienza ricopre ai loro occhi, senza trascurare il piacere tattile di sentire i pennarelli scorrere sul foglio bianco, cercando di non sgarrare, di non uscire dai margini definiti del foglio e dell’immagine che si sta cercando di restituire nel migliore dei modi possibile. 

Come ogni individuo, anche i più piccoli amano esprimere le loro emozioni. Innanzitutto da un punto di vista fisico, diremmo. È piacevole, cioè, avvertire che fuori di se’, a partire da se’ – dalla propria mano, e dalla propria intenzione – vengano tracciate linee, uno spazio bianco venga riempito del colore scelto, simile a quello immaginato, magari visto nel cartone animato preferito che tanto ha colpito la loro immaginazione, anche quando noi ‘grandi’ non ne capiamo bene le ragioni. Se poi ci domandassimo fino in fondo del perché un bambino ami disegnare e volessimo capirne ed esplorarne le ragioni profonde, ci troveremmo dinanzi in primo luogo ad una strana constatazione: quello che noi lodiamo ed apprezziamo nel modo di colorare dei nostri piccoli, è qualcosa che reca piacere in primis a noi stessi ed al nostro orgoglio. Se dopo questa constatazione saremo capaci di aprire le porte del nostro cuore e metterci in ascolto profondo, ci accorgeremo che i bambini hanno un loro modo peculiare di descrivere la realtà che percepiscono e che gli anni della prima infanzia fino all’adolescenza sono essenziali affinché essi sviluppino e diano forma a questo modo tutto loro di restituire la realtà e la loro particolare ed unica percezione di essa. Una volta trascorsi questi anni essenziali, si può dire che lo stile tenda a cristallizzarsi e l’unica cosa che può veramente evolversi è l’apprendimento di nuove tecniche. 

 Ci siamo dilungati un po’ sull’aspetto espressivo che ogni attività legata al disegnare – come anche ad ogni altra espressione artistica – porta intrinseca in se’, anche solo per sottolineare che da una semplice attività quale può essere accompagnare i bambini nel fruttuoso tempo trascorso con i disegni da colorare, si possono trarre importanti osservazioni sull’unicità e sull’importanza di questa delicata fase dell’esistenza.

Manuela Sini

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento